Storia dei popoli: Maya



Maya

L’impero Maya si trovava negli attuali territori del Veracruz, Yucatán, Campeche, Tabasco e Chiapas in Messico, la maggior parte del Guatemala e alcune aree del Belize e dell’Honduras.

Le sue origini sono molto antiche, (1500 a.C), ma solo nel 300 a.C. nacquero le prime città: Tikal, Copan, Bonampak, Piedras Negras, e Palenque.

Ognuna di queste città era un piccolo stato, libero nella propria organizzazione politica e culturale, contatti tra di loro erano solo a scopi commerciali.

A seguito di carestie e di catastrofi naturali, intorno al 900, queste città furono abbandonate e la maggior parte della popolazione si spostò nello Yucatan, ma anche qui scontri interni e guerre tra le varie città ne provocarono la decadenza.

I re iniziò a perdere la propria credibilità, le città furono abbandonate e pian piano i Maya furono assoggettati dagli Aztechi.

Il colpo finale fu inferto dai conquistadores che con facilità conquistarono le ultime città Maya riducendo la popolazione da otto milioni circa a poco più di un milione.

I sopravvissuti divennero schiavi nelle piantagioni e nelle miniere.

I conquistadores introdussero la loro politica, la loro amministrazione imponendo agli indigeni la lingua, la cultura e le istituzioni spagnole.

Copan: la città Maya

Precedente Mitologia greca : Prometeo Successivo Simbologia: albero