Persiani


Persiani

I persiani furono un popolo di grande importanza politica nell’Asia Centrale.

Intorno al 650 a.C. furono soggiogati dai Medi; un secolo dopo, grazie ai re della dinastia achemenide, si riscattarono e furono loro stessi ad assumere il ruolo di conquistatori.

Ciro il Grande dopo aver sconfitto sia i Medi sia i Lidi, fece crollare il secondo impero Babilonese. Suo figlio Cambise aggiunse al grande impero, che suo padre gli aveva lasciato e che comprendeva anche la Fenicia e la Palestina, l’Egitto.

Dario, uno dei suoi successori si spinse fino in India e persino nel cuore della Russia per combattervi le orde degli Sciti. Dario e successivamente Serse, intrapresero lunghe e sanguinose guerre anche con i Greci.

I Persiani si dimostrarono molto tolleranti con i popoli vinti, rispettando i loro costumi e la religione.

Organizzarono l’impero con metodi moderni, diviso in satrapie (provincie) e collegarono mediante una fitta rete stradale le provincie più lontane.

Le città più importanti furono: Susa, la capitale, Ecbatana, Babilonia, Persepoli, Pasargade.

Precedente Nani e pigmei per divertire il faraone Successivo Mesopotamia