Loto – antico Egitto



Loto antico Egitto

Mitica pianta che dava l’oblio a chi se ne cibava il loto egizio o loto bianco d’Egitto (Nymphaea lotus) era una pianta acquatica sacra con grandi fiori bianchi o rosei appartenenti ai generi Nelumbo e Nymphaea, diffusa nelle regioni calde e temperate.

Nella raffigurazioni ci viene mostrato l’ atto di annusare il fiore, il cui profumo e’ quello della sua essenza spirituale, analogamente all’ “odore di santità” della dottrina cristiana.

Il loto e’ un elemento ricorrente nella simbologia egizia.

I quattro figli di Horus vengono rappresentati mentre escono da un fiore di loto.

Anche Nefertem , figlio di Ptah, il Fuoco Creativo, nasce da questo fiore
.
Questo tipo di fiore lo troviamo spesso nell’architettura, nelle pitture tombali, o come motivo decorativo su piccoli oggetti.

Nelle scene in cui sono rappresentati banchetti nelle tombe si vede che boccioli di loto venivano offerti agli ospiti, i quali li attaccavano al cerchietto che guarniva la loro fronte.

POTREBBE INTERESSARTI
Linguaggio dei fiori

Precedente Apollo Successivo Le navi vichinghe

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.