Galatea



MITOLOGIA GRECA

Galatea
Polifemo

Galatea (colei che ha la pelle bianca come il latte) era una divinità marina, una delle cinquanta Nereidi, figlia di Nereo e Doride che risiedevano nell’oceano con il compito di proteggere i marinari.

Il mito narra del folle amore non corrisposto di Polifemo per Galatea.

Innamorata del bellissimo Aci, un pastore figlio di Pan e della Ninfa Simento, ella respinse più e più volte il Ciclope.

Un giorno Polifemo, mentre era seduto sulla cima di un colle e suonava il flauto in onore dell’amata, vide Aci e Galatea riposare abbracciati sulla riva del mare.

Accecato dalla gelosia, afferrò un masso e lo scagliò con tutta la sua forza sul pastore uccidendolo.

Galatea tramutò il sangue di Aci in un fiume, così da mantenerlo vivo, Aci diventò così un dio fluviale.

Galatea è frequentemente raffigurata nel mare sul suo carro trainato da delfini e seguita da un corteo di Tritoni e Nereidi.

Precedente Guerre puniche Successivo Sarriod de La Tour